LA STORIA

L’azienda agricola, fondata nel 1928 dai fratelli Sergio e Sante Delle Monache, era dedita alla zootecnia, alla coltura di varie qualità di ortaggi e principalmente all’olivicoltura, con un’attenzione particolare alla ricerca di nuove tecniche di coltivazione, potatura e concimazione, per le quali si avvaleva della collaborazione di diversi esperti ed istituti di ricerca.

Il territorio e gli Olivi

I nostri terreni sono ubicati nel cuore del territorio che fu dell’antico popolo Etrusco, la Tuscia, nelle immediate vicinanze di Vetralla, da sempre cittadina fortemente legata alla cultura e alle tradizioni dell’olivo e dell’olio d’oliva e in posizione centrale nel comprensorio di Denominazione di Origine Protetta Tuscia – D.O.P. TUSCIA. Di origine vulcanica, essi sono ricchi di minerali particolarmente adatti alla coltura dell’Olivo, posizionati su dolci colline ad un’altitudine intorno ai 280 metri s.l.m. con un’esposizione ottimale verso sud-ovest ed hanno un’estensione complessiva di 20 ettari. Gli oltre 2.500 Olivi, in parte secolari sono disposti ad una distanza di almeno 6 mt gli uni dagli altri, ottimale per permettere l’areazione delle fronde e godere completamente della luce del sole, suddivisi in settori in base alle cultivar (varietà della pianta di olivo). Tale disposizione consente una raccolta dei frutti selezionata per cultivar, utile a trovare un perfetto equilibrio per la produzione dei nostri Extravergine. I frutti dei nostri Olivi Canino, Frantoio, Leccino, le varietà più diffuse nella Tuscia, e del Moraiolo e del Maurino, sapientemente uniti nelle giuste proporzioni, danno infatti vita ad un Olio Extravergine di Oliva dal gusto ricco e unico.

La voce dell’azienda

Ecco perché noi ci crediamo

Timeline

Cronistoria della nostra azienda

1928

Viene fondata l’Azienda Agricola 1928 dai fratelli Delle Monache, che si dedicano all’olivicoltura con un’attenzione particolare alla ricerca di nuove tecniche di coltivazione.

1931

L’azienda si distingue per le tecniche d’avanguardia utilizzate e vince i primi premi nazionali nel campo olivicolo

1948

Il Ministero dell’Agricoltura sceglie i nostri oliveti come sede per una sperimentazione sui metodi di impianto e concimazione ideati da Luigi Sommaini (Istituto di Chimica Agraria di Roma), agronomo tra i più noti, atti ad aumentare la quantità della produzione e la qualità dell’olio extra vergine. Grazie ai risultati ottenuti, conosciuti ancor oggi come “Metodo Sommaini”, si segnò un punto di svolta nel campo dell’olivicoltura e della coltura delle piante arboree.

1969

L’azienda diventa di proprietà esclusiva di Sergio Delle Monache che si concentra particolarmente verso la cura del reparto olivicolo, proseguendo ricerca e sperimentazione ai fini del miglioramento qualitativo dell’olio prodotto, tra cui ricordiamo le continue collaborazioni con l’Ispettorato Agrario di Viterbo ed enti di ricerca.

1985

Francesco delle Monache, che condivise con il padre l’amore per la terra e per gli ulivi, ormai geologo affermato, partecipa attivamente ad un’importante ricerca della durata di 4 anni condotta dall’ENEA in collaborazione con Università degli Studi della Tuscia, Cooperativa Energia e Provincia di Viterbo, sull’olivicoltura nel territorio della Tuscia, i cui risultati vengono presentati in un convegno presso la stessa Università e resi noti dall’Enea con la pubblicazione Aspetti Tecnici ed Economici dell’Olivicoltura Viterbese, di cui Francesco fu co-autore. Vennero comparati più di 40 parametri analitici e sensoriali di oltre 100 campioni e i risultati confermarono che l’olio di Vetralla, se prodotto con particolare cura e attenzione, risulta tra i migliori in assoluto.

2002

Acclarata definitivamente la qualità dell’olio vetrallese e cogliendo le crescenti spinte ecologiste di quegli anni, la nuova sfida divenne ottenere un olio sempre più salubre, in grado di appagare pienamente la propria clientela, costituita da persone consapevoli, esigenti, competenti ed attente a una dieta salutare. Così, alla fine degli anni novanta, Francesco delle Monache è tra i primi, sia ad intraprendere il processo di conversione ad azienda biologica, che a conseguire la qualifica di assaggiatore d’olio O.N.A.O.O.

2012

L’ Azienda Agricola “Sergio Delle Monache” viene definitivamente rilanciata e con essa tutto il suo patrimonio, fatto di storia, passione, tradizioni, cultura, sperimentazioni, svolte biologiche e prodotti d’eccellenza con la nascita dell’olio extra vergine di oliva Tamìa, un prodotto autentico, artigianale e salutare: è ricchissimo di polifenoli.

2014

Presenti nelle più importanti guide di settore con eccellenti giudizi, gli oli Tamìa fanno incetta di premi nazionali ed internazionali, aggiudicandosi, fra i tanti, l’Award di MIGLIOR OLIO AL MONDO BIOLOGICO DELICATO dal NYIOOC – New York International Olive Oil Competition.

2015

Tamìa vince altri 9 premi internazionali, tra cui MIGLIOR OLIO AL MONDO BIOLOGICO DELICATO al Los Angeles International Extra Virgin Olive Oil Competition. A questi si aggiungono i prestigiosi premi relativi al packaging: “Le forme dell’olio” a Milano, “Orii del Lazio” a Roma, “Terrolivo” a Gerusalemme e “Innovative Packaging” a Los Angeles, solo per citarne alcuni.