fbpx

Tra i primi ad assaggiare l’olio Tamìa, Michele Palombi ristoratore presso “Dal Sor Francesco”

Torniamo a parlare del nostro Olio Tamìa con un’intervista ad un carissimo amico Michele Palombi, ristoratore con alle spalle un’esperienza di lunghissima durata e proprietario del ristorante Dal Sor Francesco di Cura di Vetralla (VT).

Il locale, nato nel 1959 per volere di suo padre, gli ha permesso di entrare fin da tenera età in cucina, un luogo che lo ha subito incantato, facendolo innamorare del suo lavoro tanto da renderlo un vero artista. 

Dopo 35 anni di attività, Michele Palombi non smette di stupire la clientela con le sue grandi doti culinarie, che hanno tenuto altissimo il nome del ristorante di famiglia. Oggi, parliamo con lui della sua personale esperienza con Olio Tamìa, un’esperienza che – come scoprirete – affonda le sue radici nel passato.

Michele, come sei entrato a conoscenza di Olio Tamìa?

La nostra amicizia con Pietro Re nasce addirittura quando eravamo bambini, anche per questo credo di essere stato uno tra i primi ad assaggiare il suo straordinario olio Tamìa. Pietro venne da me appositamente, essendo io – già all’epoca – sommelier dell’olio. Capii subito di aver gustato un olio che avrebbe in seguito fatto parlare di sé in tutto il mondo, anche per questo scelsi di introdurlo nel mio ristorante fin da subito, ponendolo su ogni singolo tavolo della sala. 

olio tamia tavolo ristorante
Foto: www.dalsorfrancesco.it

A tavola, ma anche in cucina?

Ovviamente, ma non da subito. Decisi in questo caso di attendere l’arrivo di un prodotto realizzato appositamente per la cucina. Un prodotto per “professionisti”, diciamo e non solo di condimento, che arrivò pochi anni fa e ora posso dirlo: l’attesa è valsa totalmente la pena!

Quali sono i piatti dove Olio Tamìa non può mancare?

Devo dire che ci cuciniamo un po’ di tutto, è quindi facile incrociare i preziosi sapori di Olio Tamìa in molti dei piatti del mio ristorante. Dalle salse alle carni, passando per i condimenti dei cibi più disparati. L’attenzione è ovviamente posta agli accostamenti più adatti e per ogni pietanza selezioniamo accuratamente una particolare tipologia di Olio Tamìa. Allo stesso modo, offriamo suggerimenti ai nostri clienti, consigliando quello che secondo noi è il miglior olio per esaltare un certo piatto, così che l’esperienza a tavola possa sempre essere più che soddisfacente.

spaghetti olio tamia maurino
Foto: www.dalsorfrancesco.it

E i clienti apprezzano?

Certamente, anche perché offrire un olio di altissima qualità su ogni tavolo, non è cosa da poco. Il prodotto, ovviamente, merita e capita molto spesso che qualche cliente ci chieda maggiori informazioni su Olio Tamìa, decidendo di acquistarne qualche bottiglia da utilizzare anche in casa. Di sicuro, è un prodotto che ti fa fare bella figura con gli amici e i parenti in occasione di una cena o di un pranzo.

In un certo senso, essendo anche voi Vetrallesi, promuovete il territorio.

Esattamente. La nostra è una sinergia che si è innescata ormai da molti anni e ci fa grandissimo piacere poter lavorare con prodotti provenienti da “dietro casa”, soprattutto se sono di ottima qualità come Olio Tamìa. 

E te, utilizzi Olio Tamìa anche a casa?

Inutile dirlo, ma a casa mia non mancano mai bottiglie di Iron, Gold e di molti altri oli Tamìa. Eppure, se dovessi scegliere, il mio preferito ti direi sicuramente Olio Tamìa Green. Vado pazzo per il suo retrogusto di pomodoro e anche negli accostamenti più semplici, come una bruschetta sale ed olio, l’esperienza del palato diviene qualcosa di unico e assolutamente da provare.

olio tamia bruschetta
Foto: www.dalsorfrancesco.it

Altri consigli dal blog

Vuoi restare aggiornato
sulle offerte tamia?
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi uno coupon sconto di 10,00 euro!

Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.