fbpx

Fundim Gjepali, lo chef “arco” che collega Roma all’Albania

Classe 1981, Fundim Gjepali nasce a Durazzo, in Albania, e si stabilisce in Italia nel 1996. Oggi, lo chef continua a fare la spola tra l’Italia e la sua terra natale, alternandosi come Executive Chef tra i prestigiosi ristoranti Antico Arco di Roma e Padam Boutique Hotel & Restaurant di Tirana.

Nei suoi ristoranti è possibile scoprire un connubio spettacolare e gustoso tra classico e creatività, dove innovazione e tecniche di altissimo livello producono dei piatti unici nel loro genere, ispirati alla tradizione romana e realizzati con prodotti di grande qualità e magnifici impiattamenti. Tra le materie prime a cui lo chef Fundim Gjepali attinge, non poteva mancare il sapore unico di Olio Tamìa.

Chef, partiamo dall’inizio: quando hai conosciuto Olio Tamìa?

Beh, sono ormai passati diversi anni! Parliamo di circa 7 anni fa, quando assaggiai per la prima volta la squisitezza di quest’olio. Una produzione davvero eccellente, della quale avevo già sentito parlare dallo stesso Pietro Re, con il quale ho una cara amicizia da molti anni. L’occasione, nel particolare, fu quella di un evento a base culinaria al quale partecipai durante uno dei miei soggiorni nella Tuscia, un luogo che amo moltissimo per i suoi magnifici paesaggi e per i suoi sapori inconfondibili. Da quel fatidico giorno, Olio Tamìa divenne l’ospite d’onore del nostro ristorante Antico Arco a Roma.

olio tamia antico arco

Se eravate già amici, in un certo qual modo hai avuto possibilità di “veder crescere” Olio Tamìa!

Esatto, è stato proprio così. Nel tempo ho visto letteralmente sbocciare questo meraviglioso brand. Ho potuto vedere tutto l’amore e la grande passione che Pietro Re ha infuso nella sua azienda, a partire dalla cura delle piante e dei loro frutti. Fin dal primo giorno in cui assaggia i prodotti Olio Tamìa, riconobbi subito il loro elevato potenziale. Il pregio di Pietro è stato quello di avere da sempre una mentalità molto aperta, che gli ha permesso di confrontarsi con il mondo intero. Penso che anche grazie a questa sua qualità, l’azienda è potuta crescere e raggiungere obiettivi internazionali molto importanti.

Scendiamo nel particolare… qual è stata la prima impressione al primo assaggio di Olio Tamìa?

Qualità massima. Ma non avevo dubbi, conoscendo bene Pietro e la filosofia che c’era dietro il suo lavoro. Lui è stato tra i primi a innovare il settore, prima che il suo modo di lavorare e di produrre in biologico diventasse una vera moda. Anche per questo suo enorme coraggio deve essergli dato merito… e poi, Olio Tamìa è un prodotto unico nel suo genere, che conquista tutti i palati, anche i turisti che vengono da più lontano lo amano da subito.

Parlaci dei clienti del tuo ristorante, ci sono molti che vengono dall’estero?

Certo, Roma resta una piazza con una platea grandissima ed è per questo che molti clienti dell’Antico Arco sono stranieri. Americani, europei, asiatici… continuiamo ad accogliere persone che provengono da ogni parte del mondo e tutti restano sbalorditi da Olio Tamìa, dal suo gusto rotondo, delicato, che si sposa perfettamente con ogni piatto, anche con il più semplice. Per farvi un esempio, è anche l’olio che utilizziamo sulla focaccia di benvenuto che offriamo a chi si siede ai nostri tavoli e pensate che c’è chi se ne è talmente innamorato da chiederci tutte le informazioni utili per l’acquisto!

Possiamo dire che la tua esperienza con Olio Tamìa è stata soddisfacente al 100%?

Assolutamente, tanto che Olio Tamìa ha creato appositamente per noi un olio. Una sorta di “personalizzazione”, se vogliamo chiamarla così, che rende ancora più unico il prodotto e che è stata studiata per abbinarsi a ognuno dei piatti che serviamo ai nostri clienti. Un trattamento che ci ha fatto sentire davvero importanti e che ha celebrato il nostro sposalizio con questo olio eccezionale.

Altri consigli dal blog

Vuoi restare aggiornato
sulle offerte tamia?
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi uno coupon sconto di 10,00 euro!

Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.